venerdì 23 settembre 2011

I cuccioli vanno nelle nuove famiglie

Lunedì scorso, 19 settembre, i cuccioli hanno iniziato a "lasciare il nido" per diventare parte integrante di nuove famiglie.
Lazy è stata la prima andarsene, seguita da Lola e infine Aslan.
Quest'ultimo è stato adottato dalla "nonna", ossia va a vivere con la mamma della sua mamma. E' stato veramente bellissimo vedere Aurora con la sua mamma, Dafne, e con il piccolo Aslan, tre generazioni a confronto.
Purtroppo Aurora e Dafne, dopo due anni che non si vedevano, non si sono riconosciute. Ma era prevedibile. Tuttavia Aurora ha avuto con la sua mamma un atteggiamento diverso da quello che riserva ai nuovi  cani che entrano nel suo giardino. Non affettuoso, ma più famigliare.



Tornando ai cuccioli, la prima notte è stata superata alla grande da tutti e tre!
Aslan ha dormito ai piedi dei letto per qualche ora di fila, Lazy ha dormito vicino al letto e voi vicino al divano con la nuova padroncina e Lola in camera con i nuovi padroni.


Martedì mattina sono andate nelle nuove famiglie Nuvola la mattina e Terry nel primo pomeriggio.
Nuvola si è ambientata benissimo, segue le sue padroncine e cerca tante coccole!
Terry invece ha dormito tranquilla fino alle 4:00 di notte, ora in cui il suo "papà" si è alzato.

Sabato è andato via anche Balto, anche lui si è trovato benissimo nella sua nuova famiglia e ha dormito tutta la notte ininterrottamente, anche perchè durante la giornata si è stancato parecchio!

Con me sono rimaste Jody e Rasha, le più vivaci della compagnia!
Sono molto contenta perchè la mamma sta insegnando loro come si interagisce con gli altri cani.
Prima dovevo assolutamente tenere separata da loro la mia Luna, il pastore di 2 anni che ho. Lei, se i cuccioli le correvano incontro mordicchiandola e assaltandola, ringhiava e loro non capivano e continuavano. Cosa pericolosissima, specie per un cucciolino di pochi kg rapportato a un bisonte di oltre 40!

Aurora ha ringhiato loro tantissimo, passava pomeriggi a buttarle a terra e morderle la testa fino a che, ora, le cuccioline hanno imparato che, quando un cane di grado più alto di loro ringhia, è il caso di non assalirlo!

Guarda  il filmato (attendere qualche secondo per il caricamento)

video


Hanno anche iniziato a fare gli inchini per invitare al gioco, e sono tenerissime.
Ora che hanno imparato il linguaggio del branco, Luna le fa avvicinare e non c'è più pericolo!

lunedì 22 agosto 2011

Prime corse

Da 3 giorni circa i cuccioli hanno iniziato a uscire un oretta in giardino!
Tentano le prime corse, i primi ruzzoloni, annusano ogni cosa, giocano, si inseguono e ... si stancano! Quando li riporto in casa dormono distrutti e beati!


Poi la mamma sta iniziando a insegnare loro come si gioca, fa l'inchino per invitarli, li ringhietta quando vanno oltre le righe, li mette in cerchio a giocare con lei. Sono molto buffi, veramente si potrebbe perdere ore guardandoli!
Poi a un certo punto, da veri golden, vogliono mangiare, solo che magari hanno appena mangiato e la mamma deve "ricaricarsi". Quindi la mamma si alza, corre in giro per non farsi prendere e i cuccioli come un trenino dietro. Sono veramente fortissimi!
Sono ogni giorno più belli e si stanno iniziando a vedere le prime differenze, anche se poi, con la crescita, molte cose potranno sempre cambiare!
I maschietti sono molto simili, sia per colore che per dimensione. Sono abbastanza grandi e hanno preso il colre chiaro delle mamma.
Nelle femminucce invece c'è più varietà, tre sono molto grosse e spericolate, una è media e due sono piccine e coccoline. Ognuna di loro ha la sua particolarità che la rende unica e bellissima!

lunedì 1 agosto 2011

Sono nati i cuccioli di Oscar e Aurora!

Il 19 luglio sono nati 8 bellissimi cuccioli di golden retriever, 6 femminucce e 2 maschietti!
E' stata un'emozione grandissima.
La sera prima la mamma, Aurora, era un pò inquieta, così ho telefonato al mio veterinario che mi ha consigliato di prenderle la temperatura. Qualora questa fosse stata più bassa dei 38,5 gradi il momento era vicino! E, in effetti, la temperatura era di 37,2 gradi e, poche ore dopo, ha partorito con un giorno di anticipo rispetto ai 60 giorni dalla monta.
Essendo la temperatura bassa, ho deciso di dormire con lei in salotto, in modo da essere pronta a ogni evenienza.
Aurora ha passato la notte agitandosi, chiedendo di uscire a fare i bisogni e cercando di scavare buche in giardino sotto i cespugli per fare il nido. Pur avendo allestito una bella cuccia per lei in casa con i suoi straccetti e cuscini in modo che avessero il suo odore, preferiva andare in giardino sotto un cespuglio con rischio temporale e pioggia. La natura!




Praticamente non ho chiuso occhio, anche perchè, a un certo punto, ha iniziato a cercare il contatto fisico con me. Probabilmente sentiva l'imminenza del parto e, essendo la sua prima volta, era un pò spaventata e, tramite il contatto, cercava rassicurazioni. 




Io dormivo sul divano accanto a lei ma, dal momento che non era il caso di farla partorire sul divano, sono dovuta andare a prendere un sacco a pelo e abbiamo dormito insieme qualche ora sul pavimento.




Alle 8:00 del 19 luglio le si sono rotte le acque.
Alle 8:47 è nato il primo maschietto!
Che emozione! Bellissimo, è uscito con tutta la placenta, poi la mamma l'ha rotta, lo ha leccato tantissimo e ha stappato il cordone. Poco dopo il piccolo era già attaccato, fin da subito il piccolo cercava infatti spasmodicamente la mammella della mamma!




Il primo piccolo pesava alla nascita 408g, successivamente sono arrivati gli altri e precisamente con questo ordine:
2 femmina ore 9:23 peso 395 g
3 femmina ore 9:54 peso 375 g
4 femmina ore 10:25 peso 340 g
5 femmina ore 10:45 peso 295 g
6 femmina ore 11:20 peso 340 g
7 maschio ore 12:50 peso 332 g

8 femmina ore 12:56 peso 290 g


Dopo la terza cucciola è passato il veterinario e Aurora ne ha approfittato per tornare sotto il suo famoso cespuglio! Così ho dovuto pulirla in fretta dalla terra prima che ne facesse la successiva e si sporcasse!
Alla sesta femmina pensavo che la cucciolata fosse finita, ho sentito al telefono il papà dei cuccioli (Lorenzo il padrone di Oscar) per avvisarlo del lieto evento ma poi Aurora, quando dal salotto era già stata spostata nella sua cuccia, ne ha partoriti altri due, a poca distanza l'uno dall'altro!




Volevo ringraziare tantissimo Sara per tutti i suoi preziosi consigli da esperta levatrice di labrador retrievers espertissima, anche Marco per essere stato pazientemente vicino e avermi aiutata e il mio veterinario.


Inutile dire che i cuccioli sono tutti bellissimi! Mi sono ricordata la cucciolata che mi aveva dato Cindy, la cockerina che avevo prima di Aurora. Avevo sedici anni e anche quella volta ero stata vicino alla mia cagnolina che mi aveva dato 5 bellissimi cuccioli meravigliosi.
E finisco questo post con la sua foto e il bellissimo ricordo di lei...





I cuccioli aprono gli occhi!

Stanno aprendo gli occhi, per ora sono solo delle piccole fessure, ma sono ogni giorno più aperti.
La prima che ha iniziato ad aprirli è stata la seconda nata, che è la più grossa e la più precoce in tutto, almeno per ora!
I cuccioli sono nati il 19 luglio, questa cucciolina, precocissima, ha iniziato ad avere le prime fessure già dieci giorno dopo, ossia il 29 luglio! Dietro di lei sono andati tutti gli altri. Per ora, anche se hanno gli occhi metà aperti, non possono vedere. Anzi, devo stare attenta con le foto perchè, ad esempio, il flash o luci intense potrebbero arrecare danni alla vista!
Oltre agli occhi mi sono accorta che stanno iniziando anche a sentire gli odori, infatti mentre fino a pochi giorni fa andavano avanti solo a tatto, oltre muovono nell'aria il nasino! Sono dolcissimi!

giovedì 14 luglio 2011

I primi mesi con un Golden Retriever

Una volta arrivato nella nuova casa, in un paio di settimane, il cucciolo si abituerà alla mancanza della mamma e sarete voi il suo punto di riferimento.

Sappiate che è una grandissima responsabilità, per il vostro cane voi sarete tutto! Se voi sarete triste lo sarà anche lui, se non lo calcolerete perchè " oggi non avete tempo", lui si chiederà che ha fatto di male per essere escluso dal vostro branco. Ma basterà una vostra carezza e sopratutto la vostra disponibilità a passarci del tempo insieme che la sua giornata sarà perfetta! Per un cane il suo padrone non sbaglia mai, è perfetto.

Altra piccola parentesi. In genere, poi ovviamente ci sono le eccezioni, non esistono cani impossibili ma padroni che non hanno saputo educarli bene.

Come devo aver già detto, l'educazione di un cucciolo è fondamentale e sarà lo specchio di come sarà il cane da adulto. Certi comportamenti diventeranno abitudine e si sa, anche per noi umani, le abitudini sono una delle cose più difficili da cambiare.
Nella facilità di educazione di un cucciolo, come ho già postato in maschio o femmina, incidono, oltre come detto al proprietario, anche la razza del cane e l'indole.

Il golden retriever è un cane estremamente facile da addestrare (non per niente è molto utilizzato come cane da utilità - soccorso, pet teraphy, guida non vedenti ...). Non ha bisogno di un padrone autoritario, gli ordini andranno dati in maniera ferma ma con dolcezza.
L'educazione deve essere graduale, non ha senso pretendere ordini da un cucciolo! L'educazione di un cucciolo nelle prime settimane con voi consiste in particolar modo nel fargli capire cosa gli è permesso fare e cosa no.
Una regola importantissima, a questo proposito, è che tutti i componenti umani della famiglia gli permettano o gli neghino le stesse cose. Non c'è nulla di più difficile per un cane che dirgli, sulla stessa cose, una volta di sì e quella dopo di no.

Ad esempio, se decidete che non debba salire sul divano, gli direte sempre di no. Non è che una sera lo portate perchè siete stanchi e magari volete coccolarlo un pò in braccio (parlo del cucciolo, non dell'adulto!). Questo atteggiamento confonde le idee al nostro cucciolo! O è sempre o è mai!

Il golden retriever ha tantissima memoria, un comportamento che ritenete scorretto tollerato nei primi mesi con voi, sarà difficile da eliminare da adulto!

Quando fa quello che gli chiedete, specie le prime volte, è fondamentale lodarlo tantissimo con coccole e magari anche qualche leccornia. In questo modo gli darete un rinforzo positivo e sarà invogliato a comportarsi sempre così! Il golden adora il suo proprietario, e se vede che un determinato comportamento lo rende felice, sicuramente cercherà di ripeterlo!

lunedì 4 luglio 2011

L'arrivo di un cucciolo

L'arrivo di un cucciolo in casa è un evento importantissimo.
Il cucciolo verrà portato via dalla mamma e dai fratellini, per lui sarà un trauma! Tuttavia, con le giuste accortezze, non sarà troppo spaesato.
La mia Aurora, ad esempio, appena arrivata a casa, pur con un viaggio di 4 ore, era molto tranquilla. Ha fatto subito amicizia con l'altro mio cane, Luna, e con il mi gatto, anche se non era mai entrata in contatto prima con un felino. Tra i due e tre mesi i golden retrievers sono come spugne, assorbono tutte le informazioni con estrema gioia e fiducia!


Per questo questa fase è fondamentale. Una brutta esperienza fatta da cucciolo, potrà segnare il cane a vita. E' bene far sperimentare al cucciolo (con la calma!)  tutte le situazioni che andrà a vivere. Ora è molto positivo, le vedrà come un gioco e,avvicinarlo fin da piccolo non ci saranno problemi in futuro!

E' bene far trovare al cucciolo appena arriva abbondante acqua, mangiare nel caso avesse appetito, e aver già predisposto un luogo suo, dove possibilmente porre una copertina o uno straccetto con il suo odore.

La prima notte probabilmente piangerà se abituato fino a prima a dormire con mamma e fratelli. Questo, a meno che non decidiate di farlo dormire con voi (abitudine che poi difficilmente gli toglierete!) lo dovete mettere in conto.

sabato 2 luglio 2011

Maschio o femmina?

Il primo dubbio che si pone nella scelta di un cucciolo è il sesso. Sarà meglio maschio o femmina?
La risposta è ... dipende.

Fisicamente parlando nel Golden Retriever il dimorfismo sessuale è marcato, il maschio è generalmente più grande della femmina, sia di statura che di cranio che di torace. Raggiunti i tre anni, piena maturità maschile, ha un aspetto piuttosto maestoso.
La femmina del Golden Retriever, che raggiunge la maturità molto prima - intorno al terzo calore-, è più dolce, più piccina e con un'impressione complessiva di grazia.

Per quanto riguarda il carattere, il maschio è generalmente più vivace e inoltre, per la sua stessa natura, tende, particolarmente nell'adolescenza, a imporsi come capobranco sfidando il propri padrone. Queste sfide consistono nel non ubbidire agli ordine, come per capire fin dove può arrivare e chi comanda. Richiede quindi un padrone con un polso più fermo.

Naturalmente questi atteggiamenti possono variare da cane a cane. Ci sono femmine che possono essere particolarmente dominanti e maschi particolarmente remissivi.  Questa è più che altro una tendenza generale ma il caso varia da cane a cane. La mia femmina adesempio, Aurora, è una femmina piuttosto dominate. Non ha mai messo in discussione il mio ruolo di capobranco (nè quello di altri "umani"), tuttavia, a differenza di altre femmine Golden che sono piuttosto remissive, se si trova in compagnia di altri cani si vuole far rispettare.
Mentre si fa annusare in tranquillità da qualunque femmina, se un maschio si avvicina quando non è predisposta, subito gli dà un ringhio di avvertimento per farlo allontanare. Non ha mai morso, basta quel ringhio che nessun maschio osa avvicinarsi a lei! Inoltre quando è in compagnia di altri cani tiene sempre la coda molto alta, e anche questo è un segno. Tuttavia, con la mia cagna anziana, diventa remissiva e cucciola. Dipende dai loro equilibri!

Altra notevole differenza tra maschio e femmina è il calore di quest'ultima. Molti preferiscono il maschio per evitare questo inconveniente. In realtà quest'ultimo può essere risolto o sterilizzando la cagnetta  o usando delle apposite "mutandine" disponibili in commercio che evitano di sporcare la casa e mantengono l'igiene.